No label found for: logo.title
No label found for: logo.title
facebook youtube

Cosa influenza le necessità di capacità?

Siamo da sempre impegnati a migliorare il livello di comfort dei nostri ambienti. Abbiamo cercato di riscaldare le nostre abitazioni nelle regioni più fredde, e raffrescarle in quelle più calde, perché se non ci sentiamo a nostro agio, non possiamo lavorare né rilassarci. Ma il comfort termico, così vitale per il nostro benessere, è soggetto a tre fattori principali:

Il fattore umano
i vestiti che indossiamo, il nostro livello di attività e quanto a lungo restiamo nella stessa situazione

Il fattore spazio
la temperatura radiante e dell'ambiente circostante

Il fattore aria
la sua temperatura, velocità e umidità

Tra i vari fattori, quello umano non è mai del tutto prevedibile.
Gli altri invece possono essere controllati per cercare di ottenere il tanto ricercato senso di benessere.
I nuovi modelli di costruzione, di procedure di lavoro e di livelli di occupazione interna hanno creato
nuovi parametri a cui devono conformarsi i progettisti.
Gli edifici moderni, per esempio, generano molto più calore di quelli precedenti, diciamo di 50 anni fa. Ci sono varie ragioni: 


Infiltrazione del sole
Gli sviluppi della tecnologia nel settore edile hanno portato a un crescente utilizzo del vetro, ma anche se si utilizzano vetri antisolari, può esserci comunque un apporto considerevole di calore.

Occupanti
Un numero crescente di persone, ognuna delle quali genera circa 120W/h di calore, occupa normalmente gli uffici.

Apparecchiature elettriche
Anche computer, stampanti e fotocopiatrici, ormai parte integrante dell'arredo dell'ufficio, generano carichi termici piuttosto rilevanti.  

Illuminazione
Molti negozi moderni potrebbero essere riscaldati anche solo grazie alla loro illuminazione. 
Non è infatti strano trovare in Europa dei sistemi di illuminazione con un apporto di calore pari a 15-25W/m² .  


Ventilazione
L'aria esterna introdotta all'interno di un edificio porta con sé anche la sua temperatura. E se fuori ci sono 30ºC, può essere un problema!