La Casupola - Bosisio Parini

Soluzione ibrida per risparmiare con sostenibilità

 

Il centro sportivo e ristorante “La Casupola” ospita alcune residenze i cui impianti termici di riscaldamento e produzione sanitaria sono stati riqualificati con unità ibride Rotex al fine di ridurre i costi di esercizio e l'impatto ambientale

 

Non lontano da Lecco, a Bosisio Parini, immerso in un parco e nel cuore della Brianza, sorge il ristorante e centro sportivo "La Casupola". La proprietà del complesso ha deciso di investire nella riqualificazione energetica degli impianti tecnici a servizio delle unità utilizzando la soluzione HPU Hybrid di Rotex, allo scopo di ridurre i costi di gestione e rendere la struttura nel suo complesso più sostenibile sotto l'aspetto ambientale.

 

Riqualificazione sinonimo di buon investimento

Al posto della caldaia a GPL esistente sono state installate due unità HPU Hybrid costituite da una combinazione di pompa di calore aria-acqua e caldaia a condensazione in grado di collaborare nella gestione del riscaldamento e della produzione sanitaria. Il Rotex Hybrid System è stata l'ideale risposta alle esigenze di risparmio energetico e di contenimento dei costi di investimento, che ha consentito anche il mantenimento dei radiatori esistenti. L'unità è costituita da un'unità interna del tutto simile per apparenza e dimensioni a una tradizionale caldaia murale e da un'unità esterna paragonabile a uno split di condizionamento. La motocondensante, installata esternamente, è poi collegata all'unità interna tramite tubazioni frigorifere in rame di piccolo diametro.

 

La logica di esercizio dell'unità ibrida

In funzione della temperatura esterna, della temperatura di mandata, dei costi dell’energia e della potenza richiesta, l'unità ibrida attiva la pompa di calore o la caldaia o entrambe le tecnologie contemporaneamente, con l’obiettivo di funzionare sempre nella modalità più economica possibile. Complice la variabilità delle temperature esterne medie che si hanno durante una tipica stagione invernale in Italia, per la maggior parte del tempo la richiesta di riscaldamento è soddisfatta dalla sola pompa di calore o dalla modalità di funzionamento ibrida, ottenendo così un'efficienza superiore rispetto a una caldaia a condensazione. Il sistema può essere impostato per garantire un funzionamento più ecologico, minimizzando il consumo di energia primaria, ma l’utente può anche scegliere il funzionamento più economico: impostando il costo al kWh di energia elettrica e il costo al m³ del gas metano o GPL, Rotex Hybrid System opera sempre in automatico nella modalità di funzionamento(pompa di calore, ibrida, caldaia a condensazione) ideale per minimizzare i costi in bolletta.

 

Soluzione ibrida semplice da installare e poco invasiva

La sostituzione della caldaia a GPL da 100 kW con le due unità HPU Hybrid si è dimostrata semplice e di rapida esecuzione. Dopo aver operato il lavaggio dell'impianto e applicato un apposito filtro defangatore magnetico a protezione dell'unità, quest'ultima è stata allacciata direttamente all’impianto di riscaldamento esistente, senza particolari interventi all'interno delle utenze e mantenendo i radiatori esistenti. L’impianto solare termico preesistente è stato recuperato e valorizzato grazie all’installazione di due accumuli tecnici Rotex. L'acqua sanitaria viene preriscaldata durante il passaggio nello scambiatore istantaneo presente nell'accumulo e il riscaldamento finale, solo se necessario, viene eseguito nell'apposito scambiatore bi-termico integrato nella caldaia. L'abbinamento dell'unità Hybrid all'accumulo tecnico Rotex ha consentito di dare valore aggiunto all'impianto solare termico esistente, non più solo a servizio della produzione sanitaria ma ora operativo anche come integrazione al riscaldamento. Inoltre, durante il riscaldamento ambiente, la configurazione impiantistica utilizzata permette di contribuire al mantenimento dell'accumulo tecnico in temperatura sfruttando l'energia rinnovabile ottenuta dalla pompa di calore oltre che dall'impianto solare termico.

 

La riqualificazione non finisce mai

Confrontando i consumi energetici invernali ottenuti quest'anno rispetto ai precedenti è stato ottenuto un risparmio energetico superiore al 40%. Combinando i risultati ottenuti alle detrazioni è possibile valutare un rapido ritorno dell'investimento. Il proprietario della struttura ha manifestato grande soddisfazione per il risparmio ottenuto sui costi di esercizio subito evidenti, oltre che per la riduzione delle emissioni in ambiente e l'immediato innalzamento della classificazione energetica dell'edificio. Durante la stagione primaverile ed estiva inoltre i vantaggi energetici ed economici continueranno a crescere grazie alla superiore efficienza della soluzione nella produzione di acqua calda sanitaria. Presso “La Casupola”, i lavori di riqualificazione continueranno con il proposito di sostituire l'impianto di produzione sanitaria dedicato al ristorante costituito da vecchi generatori a gasolio per passare a un sistema Rotex in pompa di calore. Inoltre, verrà installato un impianto fotovoltaico al servizio della struttura che consentirà di ridurre ulteriormente le spese di esercizio grazie alla produzione di energia elettrica a servizio dell'impianto.

 

Guarda il Video