Passa al contenuto principale

Come comprendere i consumi energetici di una pompa di calore aria-aria

Con l'aumento dei costi energetici, monitorare l'efficienza di una pompa di calore aria-aria diventa davvero importante

L'efficienza energetica è un elemento molto importante per molte persone, in quanto impatta sia sul pianeta che sul peso delle proprie bollette. Se stai valutando l'installazione di una pompa di calore aria-aria (nota anche come climatizzatore) per riscaldare o raffrescare casa, sarebbe opportuno avere un'idea di quanta elettricità consumerà una volta installata.

 

Cosa determina il consumo energetico di una pompa di calore aria-aria?

Sono molti i fattori che influenzano il consumo di energia di una pompa di calore e i costi per mantenerla in funzione, tra cui:

  • Il tipo di isolamento dell'abitazione e la sua capacità di trattenere il calore o di rimanere fresca.
  • La sua posizione e l'orientamento. Se la casa è riparata dal sole e dal vento, l'energia richiesta per il raffrescamento e il riscaldamento potrebbe essere minore. Se la casa è esposta a sud e dotata di molte finestre, potrebbe riscaldarsi di più in estate (e quindi richiedere più energia) ma essere più calda in inverno (meno consumi energetici).
  • La dimensione degli ambienti. Raffrescare e riscaldare spazi grandi richiede più energia.
  • Il numero di persone che vi abitano e le loro esigenze. I bambini e gli anziani ad esempio possono richiedere una casa più calda in inverno. Ciò dipende anche dalla quantità di tempo che si trascorre a casa, una famiglia che lavora in smart working necessiterà di ambienti più comfortevoli tutto il giorno rispetto a chi rincasa solamente la sera.
  • La presenza di persiane o tende che trattengono il calore o bloccano il sole.
  • La disponibilità di pannelli solari fotovoltaici per fornire elettricità da fonti naturali.

Anche il tipo, le dimensioni e la capacità delle unità a pompa di calore sono importanti. Se sono troppo piccole non saranno efficienti o efficaci. Potrebbero dover impiegare più energia per riscaldare e raffrescare un locale, a un costo più elevato, con conseguenti svantaggi nel raggiungere una temperatura confortevole. Se invece sono di una taglia troppo grande, produrranno una portata eccessiva, generando correnti d'aria e consumi non necessari. Anche in questo caso il risultato comporterà scarsa efficienza, con costi alti e riduzione del comfort percepito.

Un uomo legge al tavolo, mentre si gode una temperatura perfetta all'interno della sua casa
Salotto bianco con divano e soluzione a parete sovrastante

Come posso saperne di più sull'efficienza e sui consumi energetici delle pompe di calore aria-aria?

Tutti i dispositivi elettrici ed elettronici commercializzati nell'UE riportano una classe di efficienza energetica. Tale classe va da A+++ (la più efficiente) a D (la meno efficiente), fai attenzione alle etichette quando devi scegliere una nuova pompa di calore. La classe energetica di tutti i prodotti Daikin è riportata sul nostro sito web.

Esistono inoltre classi di efficienza stagionale per i prodotti di riscaldamento e raffrescamento che devono essere impiegate da tutti i produttori di unità commercializzate nell'UE. Il Rapporto di efficienza energetica stagionale (in sigla SEER) si riferisce all'efficienza energetica in raffrescamento, mentre il Coefficiente di prestazione stagionale (in sigla, SCOP) si riferisce all'efficienza energetica in riscaldamento. Questi due valori misurano l'efficienza in un ambiente tipico e sulla base del consumo energetico annuale.

Puoi stimare autonomamente il consumo energetico della pompa di calore: la maggior parte dei produttori dichiara il consumo annuo dei propri modelli in chilowattora sui propri siti Web o negli opuscoli. Se conosci il costo per chilowattora addebitato dall'ente che ti fornisce l'energia, puoi calcolare approssimativamente quanto sarà la tua bolletta, tenendo presente le variabili sopra indicate.

Scopri di più sui livelli di efficienza delle pompe di calore aria-aria nella gamma di prodotti Daikin.